Bioarchitettura

Bioarchitettura

Bioarchitettura

L’intervento di recupero ha seguito i principi dettati dalla bioarchitettura, che si basa  sullo studio approfondito dell’edificio e degli elementi che lo legano al luogo su cui sorge “Topos”, il suo “attacco a terra”, l’esposizione rispetto ai punti cardinali (tutti i letti tranne uno sono rivolti con le testate verso nord e mai posti nelle vicinanze di pareti esterne, studiando i modi convettivi di ogni singola stanza). I venti, le correnti d’aria e la luce solare che lo investono hanno suggerito  la migliore destinazione d’uso di ogni singolo ambiente. La loggia dell’ultimo piano è stato l’unico elemento aggiunto che ha permesso di risolvere la cerniera tra i  principali volumi che rappresentano le due  epoche costruttive diverse, (1775 e 1934) per arrivare all’ambito risultato finale di un “sapiente gioco di volumi sotto la luce del sole”. Ogni appartamento ha un rapporto particolare ed unico con l’esterno, tanto che il nome di ognuno   deriva dai “toponimi catastali” degli affacci. L’assenza di quadri all’interno degli appartamenti è voluta, allo scopo di evidenziare le suggestive vedute  che come quadri appunto, caratterizzano e impreziosiscono l’interno.

Gli “skyline” intatti a trecentosessanta gradi  delle colline di Montefalco , Trevi e della montagna di Sassovivo si possono ritrovare nei vicini  musei che  espongono le opere dei grandi Maestri Rinascimentali, (Raffaello, Piero Della Francesca, il Pinturicchio, ecc.).

Gli arredi interni ed esterni, tutti progettati appositamente per questa struttura con un design semplice e raffinato, molto minimalista, che evidenzia i rapporti dimensionali dei vari elementi che compongono il mobile, legati da misure che nascono da multipli e sottomultipli del numero “magico “ tre. Il progetto si è interessato anche dei minimi dettagli, come maniglie e pomi. Le forme semplici evidenziano la preziosità dei materiali usati, come l’essenza di  rovere trattata al naturale con finiture all’acqua; proprio per evitare qualsiasi contaminazione ambientale.

La tecnologia, che gestisce un impianto di solare termico in “climatica”, il quale garantisce nei periodi di buona stagione una quantità illimitata di acqua calda. La domotica gestisce e razionalizza tutta l’energia necessaria alla struttura, apportando dei considerevoli risparmi. Tutti gli apparecchi illuminanti sono a basso consumo. I led esterni hanno una temperatura di colore di 5500 K° (gradi kelvin), che è quella propria della luna.

La piscina è di acqua salata.

Infine la scelta dei materiali è stata fatta con un’ attenzione  particolare al recupero:

–          i pavimenti in cotto fatto a mano con l’argilla  estratta dalla terra locale (della vicina Bevagna), trattati con cera d’api;

–          gli intonaci a base di calce, nel rispetto dell’antica ossatura muraria fatta di pietre e mattoni, facilmente riconoscibile poiché al tatto rimangono caldi e setosi;

–          la  tinteggiatura a base di silossani, quindi altamente traspirante, che utilizzano materiali di risulta provenienti dalla lavorazioni orafe (polvere d’oro), conferendo alle pareti sfumature brillanti molto particolari ed emozionanti, che cambiano durante il trascorrere delle ore diurne; (nome del prodotto “Encanto ”  della ditta Oikos di Rimini);

–           i rivestimenti e i pavimenti dei bagni sono in “granito gres” speciale, con alla base un materiale naturale, il marmo, senza mai emissione di gas nocivi

–          I legni naturali delle travi e dei tavolati dei solai sono, come i mobili, trattati con prodotti all’acqua.

Tutto questo ha come obiettivo il benessere che si prova appena si entra nella nostra struttura. Provare per credere!

  • Wifi Gratuito

    Wifi Gratuito

    Gli arredi interni ed esterni, tutti progettati appositamente per questa struttura con un design semplice e raffinato, molto minimalista, che evidenzia i rapporti dimensionali dei vari elementi che compongono il mobile, legati da misure che nascono da multipli e sottomultipli del numero “magico “ tre

  • Country House in Umbria lungo il fiume Clitunno

    Country House in Umbria lungo il fiume Clitunno

    Gli arredi interni ed esterni, tutti progettati appositamente per questa struttura con un design semplice e raffinato, molto minimalista, che evidenzia i rapporti dimensionali dei vari elementi che compongono il mobile, legati da misure che nascono da multipli e sottomultipli del numero “magico “ tre

  • Casa Vacanze Umbria

    Casa Vacanze Umbria

    Gli arredi interni ed esterni, tutti progettati appositamente per questa struttura con un design semplice e raffinato, molto minimalista, che evidenzia i rapporti dimensionali dei vari elementi che compongono il mobile, legati da misure che nascono da multipli e sottomultipli del numero “magico “ tre

  • Country House piscina Umbria

    Country House piscina Umbria

    Gli arredi interni ed esterni, tutti progettati appositamente per questa struttura con un design semplice e raffinato, molto minimalista, che evidenzia i rapporti dimensionali dei vari elementi che compongono il mobile, legati da misure che nascono da multipli e sottomultipli del numero “magico “ tre

Goto Top